Estrattori di succo

Come scegliere un estrattore di succo

estrattore di succo Sia gli estrattori di succo che le centrifughe servono per prelevare a freddo il succo dalla frutta e dalla verdura, senza cioè sottoporle a calore. Questo approccio consente evidentemente di aumentare l'assimilazione dei nutrienti essendo la digestione di un liquido meno elaborata rispetto a quella di alimenti solidi. Viceversa accade per le fibre. Inoltre l'assenza di trattamenti termici permette di preservare un contenuto nutrizionale maggiore, in primis in termini di vitamine e minerali.

Ma che differenza c'è tra un estrattore e una centrifuga? Gli estrattori lavorano con numero di giri dell'ordine di 1/100 di quello delle centrifughe ciò comporta a favore dei primi una maggiore quantità di succo estratto di circa il 10% ed una consistenza migliore. A favore delle centrifughe si evidenzia un tempo di estrazione inferiore e un costo di acquisto più basso.

Per la scelta occorre intanto considerare il numero di giri al minuto, inteso come a vuoto, più è alto più la lavorazione degli alimenti sarà celere. Per quanto riguarda i filtri montati quelli in policarbonato rispetto a quelli in Tritam sono più economici ma hanno una durata minore. I filtri migliori sono comunque quelli in Ultam. La parte che lavora gli alimenti è nota come cloclea, e può essere orizzontale oppure verticale, singola oppure doppia. La doppia cloclea offre un estrazione più efficiente sia in termini di quantità di succo che in termini di diminuzione di residui nello stesso. Altri aspetti da considerare riguardano la comodità, tra cui la facilità di lavaggio legata alla semplicità di smontaggio delle parti interessate nonchè alla larghezza della bocca di inserimento degli alimenti, più è larga e più alimenti potranno essere inseriti interi, senza cioè tagliarli preliminarmente.